Week end tra Scampia e Caivano

Caivano: pronti per la manifestazione

Week end intenso quello appena trascorso per 22 di noi che, accompagnati da don Nico, sono stati a Scampia e Caivano per vivere due momenti molto forti in vista del 21 marzo giornata nazionale della memoria e dell’impegno in ricordo delle vittime delle mafie. In realtà sia Scampia sia Caivano fanno ormai parte della nostra storia e della nostra vita perché sono ormai tante le volte in cui ci siamo recate in questi posti. A Scampia abbiamo incontrato il nostro amico Davide Cerullo che ci ha invitati ad essere alternativi, a non cedere alle mode e ad avere il coraggio di opporci a tutto ciò che rovina la nostra vita.
Poi abbiamo trascorso la serata a Caivano con i giovani della Parrocchia S. Paolo Apostolo meglio conosciuti come i “Giovani della speranza”. Siamo stati accolti da loro e dal parroco d. Maurizio Patriciello così come si accolgono amici di vecchia data. Un’accoglienza davvero formidabile! Ormai lì ci sentiamo a casa.
Questa mattina abbiamo partecipato alla marcia promossa dai Giovani della speranza per sensibilizzare ancora una volta la cittadinanza e i responsabili della cosa pubblica sul grave problema dei rifiuti tossici che avvelenano quella terra causando malattie e morti. Durante il percorso abbiamo potuto vedere con i nostri occhi i tanti rifiuti estremamente pericolosi abbandonati nelle campagne.
Continueremo sempre a sostenere la lotta di questi nostri amici, del loro parroco d. Maurizio e delle tante persone di buona volontà che si oppongono allo scempio delle ecomafie.

Scampia: incontro con Davide Cerullo

Social tagging: >

Lascia un commento