Per stare insieme in un modo diverso

"L’Epicentro per me è stato una vera e propria casa in cui ho stretto le amicizie più importanti e fatto le esperienze più intense della mia vita che hanno contribuito pesantemente alla mia crescita e formazione. Ringrazio Dio con tutto il cuore di avermi presentato l’opportunità di partecipare a questa realtà" (Luigi Nardella)

Visita virtuale
  • Agrigento 3 agosto 2019: incontro con il Card. Francesco Montenegro

    Agrigento 3 agosto 2019: incontro con il Card. Francesco Montenegro

  • 24 marzo 2019 Casal di Principe: nella parrocchia di don Peppe Diana

    24 marzo 2019 Casal di Principe: nella parrocchia di don Peppe Diana

  • 23 marzo 2019: a Caivano con “I Giovani della Speranza”

    23 marzo 2019: a Caivano con “I Giovani della Speranza”

  • Dicembre 2018: nella missione di Cotiakou in Benin

    Dicembre 2018: nella missione di Cotiakou in Benin

  • San Nicandro: ventiquattresimo campo scuola

    San Nicandro: ventiquattresimo campo scuola

  • 11 giugno 2017: a Caivano con d. Maurizio Patriciello

    11 giugno 2017: a Caivano con d. Maurizio Patriciello

  • 30 maggio 2017: con Mons. Giovanni Checchinato

    30 maggio 2017: con Mons. Giovanni Checchinato

  • 28 maggio 2017: terzo meeting di Missio Giovani Puglia a Molfetta

    28 maggio 2017: terzo meeting di Missio Giovani Puglia a Molfetta

  • 8 maggio 2017: a Scampia con Erri De Luca

    8 maggio 2017: a Scampia con Erri De Luca

  • 9 maggio 2017: incontro con P. Giulio Albanese

    9 maggio 2017: incontro con P. Giulio Albanese

  • 24-25 aprile 2017: pellegrinaggio a piedi

    24-25 aprile 2017: pellegrinaggio a piedi

  • Celebrazione della Messa dell’Ultima Cena

    Celebrazione della Messa dell’Ultima Cena

  • Dicembre 2016: nella missione di Cotiakou in Benin

    Dicembre 2016: nella missione di Cotiakou in Benin

  • 28 gennaio 2017 – 24° anniversario dell’Epicentro Giovanile

    28 gennaio 2017 – 24° anniversario dell’Epicentro Giovanile

  • 16 gennaio 2015 – incontro con don Luigi Ciotti

    16 gennaio 2015 – incontro con don Luigi Ciotti

Ritiro spirituale in preparazione all’Avvento

Primo ritiro spirituale di questo anno sociale 2019-’20. In 23 siamo stati accolti nel convento “P. Pio Giovane” di Serracapriola dove abbiamo riflettuto sul senso dell’attesa. In un mondo che va sempre più veloce, segnato dal “mordi e fuggi” e dal “tutto e subito”, siamo chiamati a riscoprire il valore dell’attesa e del tempo per rivalutare a fondo il nostro essere uomini. Il Signore si lascia accogliere solo se sappiamo attenderlo con fiducia e pazienza non tanto nelle occasioni straordinarie quanto in quelle semplici e “feriali” della nostra esistenza.
Un grazie di cuore ai frati cappuccini che ci hanno accolto in moto particolare a Fra’ Antonio Tartaglia.

Bla Bla Bar

Buon successo per la nostra ultima novità: il “Bla Bla Bar”! Durante una nostra riunione abbiamo pensato di sostituire la “No Smartphone Hour” con questa nuova attività che, in realtà, è un’evoluzione della “No Smartphone Hour” stessa. L’idea di base è sempre quella di mettere da parte per un’ora lo smartphone e fermarsi a chiacchierare con gli amici senza l’assillo delle varie notifiche. Così abbiamo pensato di metterci a tavolino e bere qualche cocktail, rigorosamente analcolico, sgranocchiando qualcosa dopo aver depositato il cellulare in un apposito contenitore. L’esperimento è riuscito e soprattutto è piaciuto molto! Mary e Camilla si sono divertite anche a dare dei nomi ai vari cocktail il che ha reso il tutto ancora più simpatico e divertente. Tra quindici giorni si ripete… Non vediamo l’ora!

Una domenica tra formazione e servizio

Ieri pomeriggio quattro ragazzi sono partiti per Bari per il primo incontro formativo di Missio Giovani Puglia guidato dal P. Arturo Bonandi, missionario comboniano. L’incontro, conclusosi oggi pomeriggio, ha avuto per tema “giovani influencer di Dio”. Un cammino importante soprattutto per i ragazzi che hanno intensione di vivere un’esperienza nella missione di Cotiakou.
Questa mattina altri quattro ragazzi insieme a Silvio Orlando, da tempo volontario della Caritas, hanno partecipato alla giornata mondiale dei poveri voluta da Papa Francesco. Dopo la celebrazione della S. Messa presieduta dal direttore della Caritas d. Andrea Pupilla, i ragazzi hanno prestato il loro servizio alla mensa ed hanno pranzato insieme ai ai poveri e agli altri volontari.

“Solo se avremo servito potremo parlare e saremo creduti. L’unica porta che ci introduce oggi nella casa della credibilità è la porta del servizio… Conta più un gesto di servizio che tutte le prediche e le omelie!” (d. Tonino Bello)

Incontro con suor Isleny

Questa sera abbiamo concluso in bellezza l’ottobre missionario straordinario ascoltando, durante la “serata con tè”, la testimonianza di suor Isleny Perez Arango. Suor Isleny è colombiana e appartiene alla congregazione delle Suore Missionarie di Santa Teresa del Bambin Gesù. Don Nico la incontrò per la prima volta nel 1996 a Wansokou quando ebbe inizio la missione diocesana in Benin. Poi suor Isleny ha operato in Kenya ed ora è tornata in Benin, ad Abitanga, dove gestisce insieme ad altre consorelle un centro medico. Giovanni Stilla ultimamente  ha prestato il suo servizio proprio ad Abitanga e, negli anni passati, anche in Kenya. Accompagnata da Raffaele Longo e sua moglie, suor Isleny ha raccontato brevemente, ma in modo molto incisivo, la sua storia, la sua vocazione e la sua missione rispondendo anche alle nostre domande. E quando qualcuno le ha chiesto se aveva nostalgia della sua patria ha risposto che la sua casa è il mondo. Una risposta illuminante in un mondo che sembra alzare sempre di più muri.

Un ottobre davvero straordinario

A Roma per la Messa con il Papa

Ieri sera, con la veglia missionaria in cattedrale, si è concluso l’ottobre missionario straordinario voluto da Papa Francesco per risvegliare la consapevolezza dell’urgenza della “missio ad gentes”, a cui dare nuovo slancio e contribuire alla trasformazione in senso più missionario della pastorale ordinaria. Noi dell’Epicentro Giovanile siamo stati presenti a tutti gli appuntamenti diocesani programmati dall’Ufficio Missionario e in più ne abbiamo vissuti alcuni alcuni solo nostri.

Veglia a San Nicandro

il 1 ottobre abbiamo partecipato alla veglia di apertura del mese straordinario tenutasi a San Nicandro nella Parrocchia del Carmine.

Incontro con Alfa Kande

Il 3 ottobre, durante la “serata con tè” abbiamo ascoltato la testimonianza di Alfa Kande che ci ha raccontato il suo viaggio per giungere qui in Italia.

Veglia missionaria a Sternatia

Il 10 ottobre don Nico e Ciro Cassone sono andati a Sternatia (LE) per portare la loro testimonianza durante la veglia diocesana.

Pellegrinaggio Chieuti Serracapriola

Il 13 abbiamo partecipato al pellegrinaggio da Chieuti a Serracapriola “giovani in cammino…” organizzato dall’Ufficio Missionario. Il 17 e il 18 abbiamo ascoltato altre due importanti testimonianze: quella di Raffaele Longo, presidente di “Missione Africa” e quella di Fabio e Giulia, famiglia missionaria in Mozambico.

Incontro con Raffaele Longo

Incontro con Fabio e Giulia

Il 20 ottobre l’evento più importante: la partecipazione alla S. Messa presieduta dal Papa in S. Pietro in occasione della Giornata Missionaria Mondiale.

Veglia missionaria

Ieri la partecipazione alla veglia missionaria durante la quale d. Amedeo Cristino ha ricevuto dal nostro vescovo il mandato missionario. Don Amedeo a breve partirà nuovamente per il Benin per sostituire don Angelo Valente nella missione di Cotiakou.
Abbiamo in programma per il 31 un incontro con suor Isleny anche lei missionaria ad Abitanga in Benin.
Un ottobre missionario davvero straordinario per noi!

Festa per l’inizio delle attività

Settembre è il mese che segna la fine dell’estate con tutte le esperienze messe in atto in questo periodo e la ripresa delle normali attività dell’Epicentro Giovanile. La scuola è ricominciata e piano, piano riprendono tutte le attività del nostro stare insieme. Come sempre il nostro percorso comincia con una festa: balli, giochi, salsicce alla brace, divertenti sketch… Insomma una serata diversa da trascorrere insieme preceduta dalla celebrazione della Messa. Eravamo davvero in tanti: nella foto, scattata al termine della serata (era un po’ tardi), mancano diversi ragazzi e ragazze. Un buon inizio!

Week end di spiritualità

Per il secondo anno consecutivo, all’inizio del nuovo anno sociale, abbiamo vissuto un week end di spiritualità e di programmazione per prepararci agli impegni da portare avanti nei prossimi mesi. Quest’anno siamo stati ospiti della “Casa S. Giovanni Paolo II” a Celenza Valfortore. Arrivati nel pomeriggio di ieri abbiamo subito guardato due video che d. Nico ci ha proposto sul tema del prossimo ottobre missionario straordinario “battezzati e inviati”. Poi abbiamo celebrato la S. Messa e, dopo cena, l’adorazione eucaristica seguendo lo schema di preghiera proposto da Missio Italia per l’ottobre missionario. Oggi invece, dopo le Lodi, la mattinata è stata dedicata alla programmazione delle principali attività del nuovo anno.

Giovanni parte per l’Africa

Questa notte il nostro Giovanni Stilla, insieme ad altri volontari, parte alla volta del Benin accompagnato da Raffaele Longo, presidente e fondatore dell’associazione “Missione Africa“. Giovanni presterà il suo servizio ad Abitanga presso il centro medico gestito da Suor Isleny dove si è recato già altre volte negli anni scorsi. Mentre siamo ormai alle soglie dell’ottobre missionario straordinario è bello sapere che un nostro giovane parte per l’Africa segno anche che il seme gettato diversi anni fa, quando Giovanni partì per la prima volta con me alla volta di Wansokou, sta portando i suoi frutti. Tutti noi dell’Epicentro Giovanile accompagniamo Giovanni con il nostro affetto e la nostra preghiera.

Assemblea nazionale di Missio Giovani

Si è conclusa oggi con il pranzo l’assemblea nazionale di Missio Giovani che si è tenuta a Roma nella casa San Juan de Ávila a partire da sabato 14. Oltre a don Nico hanno partecipato anche Fabio Di Costanzo e Ciro Cassone insieme a Matteo Ferrero, segretario regionale di Missio Giovani Puglia e a Diego Mezzina neo direttore dell’Ufficio Missionario Diocesano. Tanti gli spunti di riflessione emersi durante le relazioni e i lavori di gruppo in particolare sul ruolo dei giovani nella missione della Chiesa e il futuro di Missio Giovani. Molto interessante anche la tavola rotonda tenutasi stamattina sul tema “educarsi al cambiamento”.

Sicilia: un viaggio tra fede, cultura, arte e memoria

Si è concluso questa sera il viaggio in Sicilia iniziato il 1 agosto. Un’esperienza bellissima, forse tra le più belle organizzate finora. L’idea di una tale esperienza nacque un anno fa quando partecipammo al matrimonio dell’ex segretario nazionale di Missio Giovani Alex Zappalà. In quell’occasione decidemmo di trascorrere due giorni a Brancaccio per rendere omaggio al Beato Pino Puglisi nel 25° anniversario della sua morte. Fu proprio Alex a proporci di vivere un’esperienza più lunga sui passi delle vittime della mafia toccando diverse città. Insieme pensammo a Catania, Agrigento e Palermo. Anzitutto sento di dire di aver scoperto una terra meravigliosa popolata da gente fiera, simpatica, accogliente e generosa; una terra con le sue contraddizioni, ricca di storia, arte, cultura, violentata dalla presenza della mafia, impreziosita dai tanti martiri che hanno dato la vita per la giustizia.
Il nostro cammino è partito da Mascalucia in provincia di Catania dove siamo stati ospiti dei padri missionari del PIME e il primo a parlarci del sistema di potere della mafia è stato P. Marco. Nel pomeriggio del 1 agosto siamo saliti sull’Etna per visitare i crateri Silvestri. Giorno 2 mattina abbiamo visitato la città di Catania e nel pomeriggio ci siamo trasferiti ad Agrigento dove abbiamo visitato subito la valle dei templi. Il giorno successivo abbiamo incontrato il Cardinale Francesco Motenegro che ci ha accolti con tanta semplicità intrattenendosi con noi oltre un’ora. Successivamente, insieme a don Giuseppe Livatino, postulatore della causa di beatificazione del giudice Rosario Livatino ucciso dalla mafia nel 1990, ci siamo recati anzitutto a visitare la stele eretta sul luogo dell’omicidio del giudice. Lì abbiamo incontrato anche Enzo Gallo cugino di secondo grado del giudice e referente dell’Associazione Amici del Giudice Rosario Livatino che ci ha accompagnati poi al cimitero di Canicattì dove abbiamo visitato la tomba del Servo di Dio. Nel pomeriggio di giorno 3 ci siamo trasferiti a Palermo e giorno 4 mattina abbiamo visitato la casa museo del beato Pino Puglisi. In seguito abbiamo partecipato alla celebrazione eucaristica nella Parrocchia che fu di don Pino e subito dopo abbiamo fatto visita sia alla tomba di don Pino in cattedrale sia alla tomba di Giovanni Falcone e poi abbiamo visitato il centro storico di Palermo. Per finire ci siamo recati a Via D’Amelio per ricordare il giudice Paolo Borsellino e la sua scorta. Giorno 5 abbiamo visitato il duomo di Monreale con i suoi splendidi mosaici per poi far visita al monumento nei pressi dell’uscita autostradale di Capaci in memoria del giudice Giovanni Falcone, di sua moglie e della scorta. Percorrendo un breve tratto di strada siamo arrivati a Cinisi per far visita alla casa museo di Peppino Impastato incontrando in seguito anche suo fratello Giovanni. Nel pomeriggio di giorno 5 abbiamo fatto visita a Padre Miguel Angel Pertini parroco del quartiere ZEN di Palermo.  Siamo tornati tutti molto contenti per l’esperienza vissuta, più ricchi, più consapevoli e fermamente decisi a ripeterla il prossimo anno.