Per stare insieme in un modo diverso

"L’Epicentro per me è stato una vera e propria casa in cui ho stretto le amicizie più importanti e fatto le esperienze più intense della mia vita che hanno contribuito pesantemente alla mia crescita e formazione. Ringrazio Dio con tutto il cuore di avermi presentato l’opportunità di partecipare a questa realtà" (Luigi Nardella)

Visita virtuale
  • San Nicandro: ventiquattresimo campo scuola

    San Nicandro: ventiquattresimo campo scuola

  • 1993-2018 Venticinquesimo dell’Epicentro Giovanile

    1993-2018 Venticinquesimo dell’Epicentro Giovanile

  • 11 giugno 2017: a Caivano con d. Maurizio Patriciello

    11 giugno 2017: a Caivano con d. Maurizio Patriciello

  • 30 maggio 2017: con Mons. Giovanni Checchinato

    30 maggio 2017: con Mons. Giovanni Checchinato

  • A Caivano con “I Giovani della Speranza”

    A Caivano con “I Giovani della Speranza”

  • 28 maggio 2017: terzo meeting di Missio Giovani Puglia a Molfetta

    28 maggio 2017: terzo meeting di Missio Giovani Puglia a Molfetta

  • 8 maggio 2017: a Scampia con Erri De Luca

    8 maggio 2017: a Scampia con Erri De Luca

  • 9 maggio 2017: incontro con P. Giulio Albanese

    9 maggio 2017: incontro con P. Giulio Albanese

  • 24-25 aprile 2017: pellegrinaggio a piedi

    24-25 aprile 2017: pellegrinaggio a piedi

  • Celebrazione della Messa dell’Ultima Cena

    Celebrazione della Messa dell’Ultima Cena

  • Dicembre 2016: nella missione di Cotiakou in Benin

    Dicembre 2016: nella missione di Cotiakou in Benin

  • 28 gennaio 2017 – 24° anniversario dell’Epicentro Giovanile

    28 gennaio 2017 – 24° anniversario dell’Epicentro Giovanile

  • 16 gennaio 2015 – incontro con don Luigi Ciotti

    16 gennaio 2015 – incontro con don Luigi Ciotti

  • Giugno 2014: animazione dei bambini di Scampia

    Giugno 2014: animazione dei bambini di Scampia

Semplicemente GRAZIE!

Un grazie sincero a tutti coloro che hanno destinato il 5×1000 all’Epicentro Giovanile! Io e i ragazzi siamo davvero felici! Chi è vicino alla nostra realtà sa che ai ragazzi viene chiesto poco o niente per partecipare e vivere esperienze formative e ricreative, spesso si tratta solo di quote “simboliche” di partecipazione. Il vostro contributo ci aiuta ad andare avanti con entusiasmo e sempre per il bene dei giovani.
Ancora grazie!

Autofinanziamento per il viaggio in Benin

Nei giorni 6 e 8 agosto, come avvenuto anche negli anni precedenti, abbiamo organizzato a Serracapriola due serate per raccogliere fondi in favore dei quattro ragazzi che partiranno per la missione di Cotiakou nel prossimo periodo di Natale. Grazie all’aiuto della signora Anna Rita Albanese e della mamma di d. Nico abbiamo offerto zeppole (scorpelle) ai passanti che hanno apprezzato molto la nostra iniziativa. Un grazie di cuore all’Amministrazione comunale di Serracapriola che ha permesso la realizzazione della nostra iniziativa, un grazie particolare a Matteo Ferrero e al suo papà per il supporto e grazie soprattutto a tutti i Serrani che con il loro contributo ci hanno dato un grande aiuto.

Il video del COMIGI 2018

Ventiquattresimo campo scuola

“Rinati, amati, inviati” questo il tema del ventiquattresimo campo scuola che si è concluso oggi. Dopo il campo dello scorso anno a Castelgrande siamo tornati a San Nicandro, un luogo  che fa parte della nostra storia e che amiamo molto. Abbiamo vissuto giorni molto intensi sia per i temi trattati sia per la bellezza di stare insieme. Ci hanno aiutati nelle nostre riflessioni Ciro Matarante e sua moglie Diana Mazzocco e poi don Amedeo Cristino. Di seguito alcuni pensieri e riflessioni dei ragazzi che hanno partecipato al campo.

“Sono fiero di essere un giovane dell’Epicentro… L’Epicentro mi ha fatto capire tante cose che non avrei ma potuto capire senza le parole di d. Nico. Ho fatto amicizie nuove con persone straordinarie e sono davvero molto contento.

“Ho sbagliato tante cose, ho dato per scontato l’amore dei miei genitori e Giulia ora mi ha fatto capire la sua vera importanza. Ho sbagliato con i miei fratelli dando poco amore ad entrambi anche se uno ne aveva bisogno davvero. Ho sbagliato a giudicare male amici o 

conoscenti, ma non ho sbagliato quando ho messo piede per la prima volta all’Epicentro. Devo tanto alla struttura e all’idea in sé ma soprattutto a d. Nico per tutte le cose che mi ha insegnato nel giro di dieci mesi, per le tante esperienze che mi ha permesso di fare che mi hanno fatto maturare notevolmente. Ogni volta che succede qualcosa che mi fa sentire integrata nel gruppo, anche se si tratta di una sciocchezza, sto bene e ringrazio ancora una volta l’Epicentro. L’Epicentro mi ha cambiato la vita”.

Ricordo il primo giorno in cui iniziai a frequentare l’Epicentro: non ero proprio sicura di quello che stavo facendo, avevo quasi paura di entrare lì. Frequentavo poco, tanto che per un bel po’ non ci andai più. Questo perché non mi sentivo del tutto a mio agio. Però poi, a partire da quest’anno, ho iniziato a frequentare definitivamente l’Epicentro e non me ne pento affatto anche se, purtroppo, non riesco sempre a partecipare a tutte le attività perdendo spesso delle occasioni. Voglio ringraziare te, Nico, ma anche tutto l’Epicentro per avermi accolta ma soprattutto per avermi aiutata a migliorare me stessa ed anche il mio atteggiamento nei confronti del prossimo. Grazie per le svariate esperienze, in particolare la settimana a Scampia, che mi ha fatto crescere veramente tanto. Sinceramente il giorno prima di partire per il campo scuola avevo voglia di gettare la spugna e non venire più. Però per fortuna non ho rinunciato a questa bellissima esperienza che mi sta dando l’opportunità di conoscere gli altri meglio e senza alcun filtro. Credo che questo sia uno dei capitoli della mia vita che ricorderò con il sorriso sulle labbra.

“Da quando vengo all’Epicentro sono cambiata molto sia nel modo di relazionarmi sia nel modo in cui do valore alle persone che mi circondano. “Solo quando iniziamo ad amare davvero, iniziamo a vivere davvero”. Ecco questo credo sia l’obiettivo che ho in questo campo scuola e anche nel futuro. Grazie all’Epicentro e grazie a voi ho capito che la vita non va sprecata”.

“È incredibile come qualcosa di semplice come il nostro Epicentro ci cambia così altrettanto facilmente. Inizio a capire veramente cosa è essenziale per me: vivere a pieno! Con questo voglio intendere che in una realtà come quella dell’Epicentro si aprono gli occhi su tante cose e si fanno esperienze proprio per imparare a vivere, vivere pienamente!”

 

#magliettarossa #fermarelemorragia

In tanti questa sera hanno risposto all’appello di d. Luigi Ciotti ad indossare una maglietta rossa per fermare l’emorragia di umanità in riferimento ai tanti bambini migranti morti nel Mediterraneo. Noi, anche se pochi, c’eravamo.

Volontariato a Scampia

Oggi si è conclusa la settimana di volontariato a Scampia alla quale hanno partecipato in otto accompagnati da d. Nico. Un’esperienza in un luogo simbolo che ci ha dato la possibilità di toccare con mano le ferite di una terra meravigliosa ma allo stesso tempo le sue enormi potenzialità umane e l’impegno di tante persone generose che hanno deciso di non rassegnarsi al male e al degrado e di “sporcarsi le mani”. Scampia non è solo Gomorra! Un grazie enorme a P. Sergio Sala responsabile del Centro Hurtado che ci ha ospitati e ci ha permesso di vivere questa esperienza. Un saluto pieno di tanta gratitudine agli amici vecchi e nuovi che abbiamo incontrato: Giulio, Chiara, Salvatore, Cecilia, Stefano, Aldo Bifulco, P. Maurizio Patriciello, Davide Cerullo, Patrizia Mincione, Gianni Maddaloni e tanti altri di cui non conosciamo il nome. Nei nostri cuori restano i volti e i sorrisi dei tanti bambini che abbiamo incontrato con i quali abbiamo trascorso ore serene.  Abbiamo ricevuto tanto.

Festa dello sport a Bari

Anche quest’anno abbiamo partecipato alla “festa dello sport” organizzata dall’ANSPI regionale presso l’Olimpic Center a Bari. Siamo stati presenti con tre squadre: preadolescenti, adolescenti e maturi. Una giornata intensa, divertente e faticosa che ci ha regalato tante soddisfazioni e, come accade sempre, qualche delusione. I maturi non sono andati oltre il quarto posto in classifica mentre i preadolescenti hanno raggiunto il gradino più basso del podio con un meritatissimo terzo posto anche se con un pizzico di fortuna e di impegno in più avrebbero potuto aspirare ad un migliore piazzamento. Discorso a parte quello degli adolescenti che se la sono giocata fino alla fine giocando bene ogni partita fino a disputare la finale piazzandosi al secondo posto piegati solo dalla roulette russa dei rigori. Continua per noi la maledizione del secondo posto… Ma va bene così: siamo contenti di aver partecipato e di aver vissuto una bella giornata all’insegna dello sport e dell’amicizia.

Cena di fine anno

Questa sera, a conclusione di una settimana all’insegna dei giochi di gruppo, la cena di fine anno sociale. In realtà si tratta solo di un momento di festa dato che le nostre attività continuano e in programma ce ne sono diverse nelle prossime settimane. Ma ogni occasione è bella per poter stare insieme!

Un bell’articolo sul nostro centro

Qualche tempo fa Fabrizio Gatta, dei Missionari del Preziosissimo Sangue, in occasione del venticinquesimo dell’Epicentro Giovanile, mi intervistò telefonicamente perché raccontassi la storia del centro. È venuto fuori, sulla rivista “Nel segno del sangue”, un bellissimo articolo nel quale c’è anche un bell’intervento del nostro vescovo. Grazie, Fabrizio, per l’attenzione che hai avuto per la nostra realtà. LEGGI L’ARTICOLO

Meeting di Missio Giovani Puglia

Il terzo ed ultimo meeting di Missio Giovani Puglia del corrente anno pastorale si è tenuto a Cavallino presso la casa dei Missionari Comboniani. Noi eravamo in 18 accompagnati da d. Nico. Esperienza come sempre entusiasmante e arricchente, questo meeting è stato per noi, in un certo senso, il prolungamento del COMIGI. Subito dopo la preghiera del mattino abbiamo ascoltato la riflessione di Giovanni Rocca, segretario nazionale di Missio Giovani e la testimonianza di Luigi e Stefania, due sposi missionari per nove anni in Ecuador. Poi i lavori di gruppo che sono ripresi dopo la pausa pranzo. Alle 16:30 la S. Messa presieduta da Mons. Michele Seccia, Arcivescovo di Lecce il quale in più occasioni ha ringraziato tutti per il bel pomeriggio vissuto insieme.