Archivio di maggio 2015

Grande successo per “Carolina Patanonë”

DSC_4370Tempo fa Piero Chiambretti, presentando i cantanti al festival di Sanremo, diceva sempre: “Comunque vada sarà un successo”. E ieri per i giovani attori dell’Epicentro Giovanile è andata molto bene ed è stato un grande successo. Il pubblico presente nel Teatro Comunale “G. Verdi” ha apprezzato molto la divertente commedia “Carolina Patanonë” del Maestro Ciro Pistillo messa in scena dai ragazzi dell’Epicentro. Grande merito va a Michele De Sinno, appassionato e roccioso regista, che ha saputo dirigere i ragazzi in modo magistrale. E grande merito va ai ragazzi che hanno recitato dando il meglio di sé mettendo in luce le loro qualità recitative. Da tener presente che tutto, dalle scenografie alla messa in scena, è stato realizzato solo ed esclusivamente dai giovani che hanno dato prova di essere… “la meglio gioventù”.

L’Epicentro oggi al Verdi con “Carolina Patanonë”

11334232_10206006031777328_3634081563055385902_oÈ giunto finalmente il giorno della messa in scena della commedia “Carolina Patanonë” del Maestro Ciro Pistillo! Per mesi alcuni ragazzi e ragazze guidati da Michele De Sinno, instancabile regista tuttofare, si sono preparati per questa questa sera. Alle 20,30 si aprirà il sipario del Teatro Comunale “Giuseppe Verdi ” e siamo certi che i nostri amici daranno il meglio di sé per far trascorrere una serata divertente a tutti gli spettatori. I protagonisti della commedia sono: Giuseppe Verrillo, (ormai  noto alla città per diverse altre rappresentazioni), Martina Priore, Rino La Sala, Noemi Grassi, Sebastiano Grassi, Francesco Cuozzo, Alessio Camillo, Felice Cagnetta e Chiara Valentino. Per i costumi, scenografia e tanto altro invece, hanno collaborato Silvio Orlando, Sara Debellis, Paola Tamburrino, Denise Prencipe, Antonio Di Scioscio e Giulia Gassi.
In bocca al lupo, ragazzi!

Anche questa è missione…

DSC_5287Cari amici e care amiche,
vi scrivo ascoltando a ciclo continuo Afrika, di Angèlique Kidjo, in un caldo pomeriggio di Cotiakou e tutto sembra scorrere tranquillo, qui nel nord del Benin. Tra un mango ed una cerimonia per i defunti, ormai aspettiamo tutti con ansia che la stagione delle piogge decolli. Serve a tutti, l’acqua è vita. La pioggia benedirà i campi da lavorare, laverà via la fatica delle donne, che oggi vanno a chilometri per cercare il bene più prezioso dell’oro, colorerà di verde le montagne dell’Atakora. E per noi si allenterà un po’ la morsa di un caldo che sfinisce.
Altra caratteristica del periodo è che il cibo scarseggia. I raccolti sono un lontano ricordo e quindi i granai delle case sono quasi vuoti. Il sacco di mais costa almeno il 40% in più rispetto al momento della raccolta. Si comincia a mangiare una volta al giorno, nonostante tra poco il lavoro nei campi diventi più intenso, e questo durerà fino a quando non arriverà il momento della raccolta degli ignam, verso agosto. Economia di sussistenza significa anche questo, non solo che tutto è biologico. Fortuna che Dio ci ha dato i manghi! E ce ne ha dati davvero tantissimi… ma anche loro finiranno.
E a San Severo, abbiamo festeggiato degnamente la nostra Madonna del Soccorso? Sono convinto che non ci siamo fatti mancare nulla.
Da canto nostro, don Angelo ha seminato i meloni e ha ricavato i primi due manghi dagli alberi di casa mentre don Leonardo si appresta al rientro in Italia per le vacanze.
Ma non è per parlare di questo che vi scrivo.

Read More

Incontro con Padre Maurizio Patriciello

DSC_9672Dopo la visita a Scampia, domenica 10 maggio, siamo andati a Caivano per incontrare Padre Maurizio Patriciello, conosciuto anche come il “prete della terra dei fuochi”. P. Maurizio si è intrattenuto un po’ con noi e poi abbiamo partecipato alla S. Messa celebrata da lui e da d. Nico. È stato un incontro breve, semplice ma che a noi è piaciuto molto. La cosa più bella è che P. Maurizio ha detto che verrà a trovarci. Lo aspettiamo nei primi mesi del prossimo anno pastorale.

DSC_9642

Un albero per Scampia, un olivo di nome Elia

DSC_9510Sabato 9 e domenica 10 maggio abbiamo vissuto una nuova bellissima esperienza a Scampia. Ormai, per usare il linguaggio della volpe con il Piccolo Principe, siamo “addomesticati”, s’è creato un legame così forte che ci spinge a tornare per incontrare tutte le persone, in paticolare i bambini, che nel corso di questi anni abbiamo incontrato e conosciuto.
Questa volta il nostro viaggio è stato molto particolare. Tempo fa Davide Cerullo, che è stato un po’ l’origine di questo legame, ci aveva chiesto se fosse possibile portare lì a Scampia un albero d’olivo. Don Nico si è attivato e, grazie al Signor Giovanni Barbato, siamo riusciti ad ottenere in regalo un bell’albero d’olivo di circa 70 anni. E così siamo partiti in 24 portando con noi l’albero che la sera stessa è stato piantato nel giardino della ludoteca “L’albero delle storie” che Davide sta allestendo per offrire ai bambini un nuovo centro di aggregazione e di formazione. Davide ha voluto dare anche un nome al nostro albero: Elia.
Abbiamo rivisto molti bambini che frequentano il “CentroInsieme” ed improvvisato con loro una partita a pallone. Un grazie sincero a Patrizia e Vincenzo, responsabili del “CentroInsieme”, che ci hanno accolti e ci hanno invitato a tornare ancora.
Questa esperienza è stata possibile perché diverse persone ci hanno aiutato a realizzarla e desideriamo ringraziarle con tutto il cuore. Grazie al Signor Giovanni Barbato che ci ha procurato l’albero d’olivo. Un grazie enorme a Gianluigi Di Rodi che ci ha prestato il furgone che ci è servito per trasportare l’albero fino a Scampia. Gianluigi qualche anno fa frequentava anche lui l’Epicentro e si è dimostrato davvero tanto generoso e disponibile… E non solo in questa occazione.
Un grazie sincero ad Antonio Caferra e a Padre Sergio Sala che si sono adoperati per ospitarci la notte: senza il loro supporto sarebbe stato tutto molto più difficile.

Appena arrivati a Scampia con l'albero d'olivo

Appena arrivati a Scampia con l’albero d’olivo

Foto di gruppo dopo aver piantato l'olivo

Foto di gruppo dopo aver piantato l’olivo

Con i bambini del "CentroInsieme"

Con i bambini del “CentroInsieme”

 

Tra il serio e il faceto

Dopo la partecipazione al COMIGI nuovo look per il nostro pulmino e un omaggio al mitico film “The Blues Brothers”.

DSC_9484

 

COMIGI 2015 i nostri video

COMIGI 2015 le interviste del CUM

Alcune interviste realizzate dal CUM (Centro Unitario Missionario)

COMIGI 2015

foto_insieme“Tre personaggi in cerca d’amore” è stato il tema del COMIGI (Convegno Missionario Giovanile) 2015 tenutosi ad Assisi dal 30 aprile al 3 maggio al quale abbiamo partecipato in cinque: Rino La Sala, Martina Priore, Francesco Cuozzo, Alessandro Zaccaro e d. Nico. Inoltre c’erano anche Valeria Camillo, Mariantonietta Rubino e Teresa Tarantino oltre a diversi adulti appartenenti al gruppo missionario della nostra diocesi.
Incontrare tanti giovani provenienti da tutta Italia e tanti missionari e missionarie è stata un’esperienza davvero molto forte! Le giornate, particolarmente intense, sono state arricchite dalla parola dei relatori, dalle testimonianze, dai momenti di preghiera e da altri momenti di riflessione come il musical “Frontiere” e il pellegrinaggio da S. Maria degli Angeli ad Assisi che ha suscitato in tutti i partecipanti un grande entusiasmo.
Il COMIGI è stata, in poche parole, una straordinaria esperienza di Chiesa che ci ha permesso di scoprire il suo vero volto, il suo essere davvero “cattolica”, universale, oltre ogni confine. Un grazie enorme a Missio Giovani per averci dato questa opportunità.

DSC_8895DSC_9375 DSC_9398