Archivio di Giugno 2020

Incontro con il dottor Agostino Trombetta

Questa sera, nell’ambito delle nostre attività estive, abbiamo incontrato il dottor Agostino Trombetta medico del pronto soccorso dell’ospedale di San Giovanni Rotondo. Il dottor Agostino è molto amico di Mauro e di Raffale Longo. Ed è stato proprio quest’ultimo a coinvolgerlo nel suo progetto “Missione Africa”. Il dottore ci ha parlato della sua vita, della sua professione e del suo impegno nel volontariato invitandoci ad impegnarci e a seguire i nostri sogni. È stato un incontro molto interessante e alcuni di noi hanno posto diverse domande al dottore che, al termine dell’incontro ci ha ringraziati per averlo accolto ed ascoltato. E anche noi gli siamo molto grati per la sua presenza, per le sue parole e il suo impegno.

Incontro con Paola Gagliardi

Quando abbiamo pensato alla ripresa delle nostre attività abbiamo messo in programma una giornata da dedicare ad un incontro per riflettere e confrontarci su alcuni temi. Per farci aiutare in questo abbiamo deciso di invitare qualche ospite che ci raccontasse la sua esperienza. Questa sera è toccato a Paola Gagliardi che ha vissuto un anno di servizio civile internazionale in Romania. Un’esperienza intensa e molto formativa il cui racconto ha fatto commuovere Paola più volte durante l’incontro. Siamo rimasti molto colpiti e affascinati dalla sua testimonianza. Chissà… Forse in futuro anche qualcuno di noi potrebbe decidere di vivere un’esperienza del genere. A sentire Paola pare proprio che ne valga la pena!

Si riparte!

Finalmente, dopo circa tre mesi di chiusura, si riparte! La vita dell’Epicentro ricomincia con il periodo estivo e con alcune piccole attenzioni dettate dalla situazione che stiamo ancora vivendo. Attività all’aperto, mascherina, gel igienizzante… Insomma ciò che ormai conosciamo bene tutti. Abbiamo pensato ad un calendario di attività settimanali che vanno dal cinema all’aperto, al bla bla bar (sempre all’aperto), caccia al tesoro, balli di gruppo ed altro ancora. Abbiamo voluto dare anche un nome a questa estate così particolare: “ndë zëccànnë”. Ci sarà da divertirsi!